Big Mouth – Serie Netflix

Big Mouth: la pubertà senza veli.

Netflix ci stà abituando davvero bene con le sue serie animate autoprodotte e questa semplicemente segna un nuovo limite alla demenzialità. Il nuovo gioiellino Netflix tratta un tema molto particolare: la pubertà. Non è di certo una novità, ma vi assicuro che è il primo che lo fa senza maschere, senza finti perbenismi, diventando una serie che potrebbe quasi essere… educativa. Quasi

Maurice di Big Mouth

Maurice ( il mostro degli ormoni ) in azione

 

Recensione:

Si parla di mestruazioni, calzini vetrificati dallo sperma ed in genere racconta semplicemente quello che accade realmente in quel periodo della vita anche grazie a due personaggi davvero esilaranti: i mostri degli ormoni. Saranno loro a dire cosa fare o come farlo, si passa da quello maschile (Maurice) che pensa solo a scopare, a quello femminile (Connie) che è …beh diversa. Lei può passare dall’essere voluttuosa ed affascinante, al diventare un demonio del periodo rosso, al piangere sotto le coperte senza un motivo apparente. Direi che ci siamo.
Potreste pensare che si tratti di un cartone animato volgare, ma per vostra fortuna lo è! La volgarità abbonda, ma è sempre adatta al contesto.

Guardandolo mi sono piegato dalle risate ed ho persino “obbligato” la mia compagna a guardalo. Alla prima puntata non aveva ancora capito come inquadrare questa serie, ma alla fine le è davvero piaciuta e forse ora comprende di più le sofferenze di noi maschietti 🙂

Quindi lo straconsiglio vivamente, è stata la più bella sorpresa di questa stagione di Netflix.

 

Good

  • Infrange un nuovo tabù
  • Spassoso
  • Il mostro degli ormoni è mitico!

Bad

  • Solo 10 puntate :(
9.1

Figata pazzesca

Docente, programmatore, tecnico IT e studente. Tra le mie passioni ormai parcheggiate per mancanza di tempo vi sono il kayak, lo sci ed i videogiochi.